Femminicidio: le indicazioni della Procura di Trento (Circolare n. 13/2013)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 22 Ottobre 2013

Continuano le “reazioni” alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge sul cd. femminicidio (legge 15 ottobre 2013 n. 119, conversione in legge con modificazioni del decreto-legge 14 agosto 2013 n. 93, recante disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere).

Dopo la relazione pubblicata dall’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione di cui si è data notizia ieri (clicca qui per leggere l’articolo), è la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trento, tramite il suo sito ufficiale, a pubblicare una circolare del Procuratore Giuseppe Amato con interessanti indicazioni operative sulle alcune delle disposizioni della legge n. 119 del 2013.

Intento della circolare è quello di dettare delle regole interpretative che possano consentire di guidare l’azione del pubblico ministero e della polizia giudiziaria nella applicazione della nuova legge.

Tra i punti affrontati dalla circolare (di cui è disponibile il download), le modifiche apportate in tema di stalking all’art. 612-bis c.p. sotto il punto di vista della disciplina cautelare, dell’arresto obbligatorio, della aggravante degli atti persecutori e delle condotte persecutorie poste in essere attraverso strumenti informatici (cd. cyberstalking); l’informazione della facoltà per la persona offesa ai sensi dell’art. 101 c.p.p.; l’allontanamento dalla casa familiare consentito anche relativamente alle ipotesi di minaccia aggravata nonché al reato di lesioni personali; il braccialetto elettronico conseguente alla misura cautelare dell’allontanamento o, infine, la misura dell’allontanamento di urgenza dalla casa familiare ai sensi del nuovo art. 384-bis c.p.p. nel caso in cui sussistano “fondati motivi” per ritenere che le condotte criminose possano essere reiterate, ponendo in grave e attuale pericolo la vita o l’integrità fisica o psichica della persona offesa.

  • [wpdm_package id=49]

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE