Giurisprudenza in materia di stupefacenti: la relazione della Cassazione

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 23 Luglio 2014

Si segnala che l’Ufficio del Massimario della Corte di Cassazione ha pubblicato la relazione n. 47 del 16 luglio 2014 avente ad oggetto una rassegna della giurisprudenza di legittimità in materia di stupefacenti dopo gli interventi della Corte costituzionale e le recenti modifiche legislative.

Ci si riferisce, chiaramente, alla recente pronuncia numero 32 del 2014 della Corte Costituzionale avente ad oggetto l’illegittimità della legge Fini Giovanardi (clicca qui per una nota alla pronuncia a cura di Lombardi) e alle numerose questioni emerse in tema di stupefacenti: dalla trasformazione della fattispecie di lieve entità di cui all’art. 73, comma 5 d.P.R. 309/1990 da circostanza attenuante a reato autonomo, alla incidenza della sentenza della Corte costituzionale sulle misure cautelari personali in atto e sul consumo personale di sostanze stupefacenti, sino al sistema tabellare introdotto dal d.l. 36/2014.

La relazione del Massimario è stata redatta da Roberta Zizanovich ed è disponibile visitando il sito della Corte di Cassazione.

 

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE, Legilsazione speciale, Stupefacenti