Trasferimento di competenza ex art. 11 c.p.p. e archiviazione del magistrato prima della richiesta di rinvio a giudizio

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 17 Novembre 2015

Tribunale di Lecce, Giudice dell’Udienza Preliminare
Sentenza 22 aprile 2015

Segnaliamo la sentenza del GUP del Tribunale di Lecce in merito ai criteri per individuare la competenza territoriale nel caso in cui, a seguito di trasferimento della competenza ex art. 11 c.p.p. (per essere stato indagato un magistrato), la posizione del magistrato venga archiviata prima della richiesta di rinvio a giudizio.

Nel caso di specie, il procedimento penale originariamente pendente presso il Tribunale di Bari veniva trasferito presso quello di Lecce (competente ex art. 11 c.p.p.) in seguito al coinvolgimento nelle indagini di un magistrato. Tale posizione veniva archiviata e, successivamente, il pubblico ministero presentava richiesta di rinvio a giudizio nei confronti degli altri imputati. Non risultando più coinvolto il magistrato che aveva determinato il trasferimento territoriale, le difese sollevavano questione di competenza territoriale chiedendo che il processo tornasse presso il Tribunale di Bari.

Il giudice ha accolto l’eccezione affermando che, nel caso in cui la posizione che in fase di indagini aveva giustificato il trasferimento della competenza ex art. 11 c.p.p. sia oggetto, prima del giudizio, di archiviazione non potrà dirsi operante il principio della perpetuatio jurisdictionis per sostenere, riguardo agli imputati rimasti, il permanere della competenza del giudice individuato ex art. 11 c.p.p.

Prima dell’inizio del giudizio, infatti, deve darsi rilevanza al principio costituzionale del giudice naturale: l’attribuzione della competenza determinata da ragioni di connessione potrà assumere i connotati della definitività solo una volta che, dopo l’eventuale rinvio a giudizio, risulti cristallizzato il thema decidendum sul quale il giudice del dibattimento deve portare il suo esame.

Ne consegue che, prima che il simultaneus processus abbia raggiunto la fase del giudizio, quando vengano meno le ragioni del trasferimento di competenza, i relativi procedimenti devono essere restituiti al giudice naturale.

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Indagini e processo, MERITO