Riforma del D. Lgs. 231/2001: istituita una commissione per il contrasto alla criminalità economica

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 8 Marzo 2016

giustizia_it

Come si apprende dal sito del Ministero della Giustizia, il Ministro Andrea Orlando e il Ministro dell’Economia e delle finanze Pier Carlo Padoan hanno costituito, presso gli uffici di Gabinetto dei rispettivi Dicasteri, una Commissione di studio per la modifica del decreto legislativo recante la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica” (D. Lgs. 231/2001).

L’obiettivo – si legge nella nota – è quello di effettuare una ricognizione, a quindici anni dall’entrata in vigore del predetto decreto legislativo, per contrastare e prevenire la criminalità economica, considerata importante elemento di distorsione dei mercati e di freno della crescita.

La Commissione, pertanto, ha il compito di formulare proposte di modifica normativa e, più in generale, di rilanciare le politiche di prevenzione.

Il gruppo di lavoro, coordinato da Giovanni Melillo e Roberto Garofoli, capi di Gabinetto rispettivamente del Ministero della Giustizia e del Ministero dell’Economia e delle finanze, è così composta:

  • Margherita Bianchini, vice direttore generale di Assonime;
  • Francesco Centonze, ordinario di diritto penale dell’Università Cattolica di Milano;
  • Massimo Ceresa Gastaldo, ordinario di diritto processuale penale dell’Università Bocconi di Milano;
  • Tommaso Epidendio, magistrato con funzioni di assistente di studio della Corte Costituzionale;
  • Giorgio Fidelbo, consigliere della Corte di Cassazione;
  • Enrico Laghi, ordinario di economia aziendale dell’Università La Sapienza di Roma;
  • Antonio Matonti, responsabile affari legislativi di Confindustria;
  • Paolo Montalenti, ordinario di diritto commerciale dell’Università di Torino;
  • Luigi Orsi, sostituto procuratore generale presso la Corte di Cassazione;
  • Carlo Piergallini, ordinario di diritto penale dell’Università di Macerata.

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE, Responsabilità degli enti