Stalking: richiesta di archiviazione e obbligo di avviso alla persona offesa – Sezioni Unite 10959/2016

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 17 Marzo 2016

corte-cassazione_324

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 16 marzo 2016 (ud. 29 gennaio 2016), n. 10959
Presidente Lupo, Relatore Bianchi

Segnaliamo il deposito delle motivazioni con cui le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno fornito risposta al seguente quesito:

«se il reato di cui all’art. 612-bis cod. pen. sia da ritenere incluso fra quelli per i quali l’art. 408, comma 3-bis, cod. proc. pen. prevede la necessaria notifica alla persona offesa dell’avviso della richiesta di archiviazione».

La Corte di Cassazione ha risposto in maniera affermativa enunciando il seguente principio di diritto:

«La disposizione dell’art. 408 comma 3-bis c.p.p., che stabilisce l’obbligo di dare avviso alla persona offesa della richiesta di archiviazione con riferimento ai delitti commessi con ‘violenza alla persona’, è riferibile anche ai reati di atti persecutori e maltrattamenti, previsti rispettivamente dagli artt. 612-bis e 572 c.p., perché l’espressione ‘violenza alla persona’ deve essere intesa alla luce del concetto di violenza di genere , quale risulta dalle pertinenti disposizioni di diritto internazionale recepite e di diritto comunitario».

Parole chiave: , ,

Categorie: ARTICOLI, Dalle Sezioni Unite, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, IN PRIMO PIANO