E se il reato di omesso versamento di ritenute alla fonte (art. 10-bis d.lgs. 74/2000) fosse incostituzionale?

Articolo scritto da Riccardo Lucev il 8 giugno 2016

in Giurisprudenza Penale Web, 2016, 6 – ISSN 2499-846X

corte-costituzionale

Corte Costituzionale, 5 giugno 2015 (ud. 13 maggio 2015), n. 100
Presidente Criscuolo, Redattore Frigo

Prendendo le mosse dalla sentenza Corte Cost., n. 100/2015, che ha dichiarato infondate o inammissibili una serie di questioni di legittimità costituzionale relative all’art. 10-bis d.lgs. 74/2000, l’articolo si propone di analizzare come, in effetti, sia comunque lecito nutrire dubbi sulla costituzionalità della norma, per via del suo incoerente inserimento (a metà anni Duemila, e al di fuori del progetto politico-criminale originario del d.lgs. 74/2000) in un apparato sanzionatorio nel quale, sino al 2015, non costituiva reato l’omessa presentazione della dichiarazione del sostituto d’imposta (c.d. modello 770).

Come citare il contributo in una bibliografia:
R. Lucev, E se il reato di omesso versamento di ritenute alla fonte (art. 10-bis d.lgs. 74/2000) fosse incostituzionale?, in Giurisprudenza Penale Web, 2016, 6

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DALLA CONSULTA, DIRITTO PENALE, IN PRIMO PIANO