Thyssenkrupp, depositate le motivazioni della Cassazione

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 13 dicembre 2016

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Cassazione Penale, Sez. IV, 12 dicembre 2016 (ud. 13 maggio 2016), n. 52511
Presidente Izzo, Relatore Bellini

Segnaliamo il deposito delle motivazioni della sentenza con cui la Corte di Cassazione, all’udienza del 13 maggio scorso, ha confermato la condanna per l’ex AD della Thyssenkrupp, Harald Espenhahn, e altri cinque manager per l’incidente avvenuto nella notte tra il 5 e il 6 dicembre del 2007.

Si tratta, come è noto, della seconda sentenza pronunciata dalla suprema Corte, dopo che, con sentenza numero 38343 delle Sezioni Unite, la Cassazione si era già pronunciata in punto di diritto circa gli elementi distintivi tra il dolo eventuale e la colpa cosciente.

Per una panoramica sulle precedenti pronunce (Corte di Assise di Torino; Corte di Assise di Appello di Torino; Corte di Cassazione; Corte di Assise di Appello di Torino [appello-bis]), vai all’articolo ‘Si chiude la vicenda ThyssenKrupp. La Cassazione conferma l’appello bis: condanna per tutti gli imputati‘.

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PENALE, IN PRIMO PIANO