Sezioni Unite: non sussiste l’aggravante della destrezza se il soggetto agente approfitta di una temporanea distrazione della persona offesa

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 3 Maggio 2017

Cassazione Penale, Sezioni Unite, ud. 27 aprile 2017, informazione provvisoria n. 8/2017
Presidente Canzio, Relatore Boni

Si segnala l’informazione provvisoria n. 8/2017 della Cassazione Penale a Sezioni Unite in tema di furto aggravato dall’essere il fatto «commesso con destrezza».

Come avevamo anticipato, era stata infatti rimessa alle Sezioni Unite la seguente questione: «se, in tema di furto, la circostanza aggravante della destrezza, prevista dall’art. 625, comma primo, n. 4, cod. pen., sia configurabile quando l’agente si limiti ad approfittare di una situazione di temporanea distrazione della persona offesa».

La soluzione adottata dalle Sezioni Unite è: «negativa».

Parole chiave: , ,

Categorie: ARTICOLI, Delitti contro il patrimonio, DIRITTO PENALE, Parte generale, Parte speciale