Riforma del processo penale: considerazioni sulle ricadute nel giudizio di Cassazione. Questioni di diritto intertemporale.

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 19 agosto 2017

Segnaliamo ai lettori la pubblicazione, sul sito della Corte di Cassazione, della relazione dell’Ufficio del Massimario sulle ricadute nel giudizio di Cassazione della recentissima riforma del processo penale (Legge 23 giugno 2017, n. 103 recante Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario) entrata in vigore lo scorso 3 Agosto.

Il documento – a cura di Luigi Barone, Matilde Brancaccio, Paolo Di Geronimo, Giorgio Fidelbo e Piero Silvestri – risponde ad una richiesta formulata dal Primo Presidente e ha ad oggetto una sintetica enunciazione delle principali questioni che si potranno porre alla Corte di Cassazione derivanti dalla prima applicazione della legge 23 giugno 2017, n. 103.

I temi trattati – si legge nel documento – riguardano, prevalentemente, i risvolti di diritto intertemporale collegati alle modifiche e ai nuovi istituti introdotti dalla legge: le possibili soluzioni e chiavi di lettura offerte dall’Ufficio hanno tenuto conto anche delle indicazioni provenienti dalle riunioni sezionali, appositamente dedicate all’esame della nuova normativa.

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, IN PRIMO PIANO