La costituzione delle parti civili nei processi delle popolari venete. Tra approdi già noti e soluzioni ermeneutiche innovative

Articolo scritto da Paolo Tabasso il 5 aprile 2018

in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 4 – ISSN 2499-846X

Giudice dell’Udienza Preliminare di Vicenza, dott. Roberto Venditti, ordinanza 3 febbraio 2018
Giudice dell’Udienza Preliminare di Roma, dott. Lorenzo Ferri, ordinanza 16 gennaio 2018

Il presente contributo offre spunti relativi alla costituzione di parte civile in due procedimenti, che procedono parallelamente, relativi ai crack delle banche popolari venete: Veneto Banca a Roma, Banca Popolare di Vicenza a Vicenza.

In udienza preliminare, entrambi i Giudici sono stati chiamati a sciogliere i nodi relativi all’integrazione del contraddittorio delle parti, pronunciandosi in tema di legittimazione della costituzione di parte civile per il reato di cui all’art. 2638 c.c., domanda risarcitoria da reato nei confronti dell’ente responsabile ex D.Lgs. 231/2001 e ammissibilità della costituzione di parte civile dell’ente esponenziale.

In particolare, i temi di interesse affrontati e approfonditi nel contributo afferiscono a:

  1. costituzione di parte civile nei confronti dell’ente responsabile dell’illecito amministrativo dipendente da reato;
  2. legittimazione di azionisti e obbligazionisti a costituirsi in relazione al reato di ostacolo alle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza;
  3. legittimazione a costituirsi parte civile degli ‘enti esponenziali’.

Come citare il contributo in una bibliografia:
P. Tabasso, La costituzione delle parti civili nei processi delle popolari venete. Tra approdi già noti e soluzioni ermeneutiche innovative, in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 4

Parole chiave: , , , ,

Categorie: CONTRIBUTI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Indagini e processo, MERITO, Responsabilità degli enti