Vilipendere una confessione religiosa è ancora reato? Profili applicativi dell’art. 403 c.p.

Articolo scritto da Francesca Longo il 8 novembre 2018

in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 11 – ISSN 2499-846X

Nel presente contributo si analizzano i profili applicativi del reato di vilipendio indiretto alla religione di cui all’art. 403 c.p. (offese a una confessione religiosa mediante vilipendio di persone) approfondendo, in particolare, il rapporto con il principio di libera manifestazione del pensiero alla luce degli interventi giurisprudenziali e legislativi, con particolare riguardo ai recenti fatti di cronaca e all’introduzione dell’art. 604-ter c.p., ad opera dell’art. 2 del D. Lgs. 1 marzo 2018 n. 21.

Come citare il contributo in una bibliografia:
F. Longo, Vilipendere una confessione religiosa è ancora reato? Profili applicativi dell’art. 403 c.p., in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 11

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PENALE