Giudizio abbreviato condizionato e modifica dell’imputazione: rimessa una questione alle Sezioni Unite

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 24 Gennaio 2019

Cassazione Penale, Sez. VI, 22 gennaio 2019 (ud. 14 dicembre 2018), n. 2883
Presidente Iasillo, Relatore Centofanti

Si segnala l’ordinanza con cui la prima sezione penale della Corte di Cassazione ha rimesso alle Sezioni Unite la seguente questione di diritto in tema di cd. giudizio abbreviato condizionato«se, nel corso del giudizio abbreviato condizionato ad integrazione probatoria, a norma dell’art. 438, comma 5, cod. proc. pen., o nel quale l’integrazione sia stata disposta dal giudice, a norma dell’art. 441, comma 5, dello stesso codice, sia possibile la modifica dell’imputazione, allorché il fatto risulti diverso o emerga una circostanza aggravante o un reato connesso, anche nel caso in cui i fatti oggetto della contestazione suppletiva già si desumessero dagli atti delle indagini preliminari e non siano collegati ai predetti esiti istruttori».

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Riti alternativi