La partecipazione all’associazione terroristica di cui all’art. 270-bis c.p.: tra concorso esterno e reati di supporto

Articolo scritto da Marta Miccichè il 7 Aprile 2019

in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 4 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. VI, 29 marzo 2018 (ud. 19 dicembre 2017), n. 14503 
Presidente Paoloni, Relatore Silvestri

Nel presente contributo si commenta la pronuncia n. 14503 del 2018 della Corte di Cassazione, secondo cui, in tema di associazione con finalità di terrorismo operanti a livello internazionale (nel caso di specie l’Isis), l’inserimento del singolo in una struttura associativa “locale” non implica automaticamente la prova della sua partecipazione al gruppo “madre” internazionale, in assenza della dimostrazione dell’esistenza di un contatto anche indiretto ma reale, non putativo, ulteriore rispetto alla mera adesione ideologica a valori comuni.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M. Miccichè, La partecipazione all’associazione terroristica di cui all’art. 270-bis c.p.: tra concorso esterno e reati di supporto, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 4

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PENALE