Detenzione di farmaci scaduti «pronti per la somministrazione delle terapie» e configurabilità del tentativo di somministrazione di medicinali guasti (art. 443 c.p.)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 5 Febbraio 2020

Tribunale di Spoleto, sez. unica penale, 12 novembre 2019, n. 544
Giudice dott. Luciano Padula

In materia di commercio o somministrazione di medicinali guasti (art. 443 c.p.) all’interno di una struttura sanitaria pubblica, si segnala la sentenza con cui il Tribunale di Spoleto si è soffermato sulla configurabilità del delitto nella forma tentata con riferimento all’ipotesi di detenzione di farmaci scaduti «pronti per la somministrazione delle terapie».

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE, Parte speciale