Martina Elvira Salerno

Nata nel 1990, ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza, con lode, presso l’Università degli Studi di Parma nel 2014, discutendo una tesi in diritto penale dal titolo “Il divieto convenzionale di tortura e di trattamenti inumani e degradanti nell’ordinamento penale nazionale” (Relatore: Prof. A. Cadoppi).

Nel 2016 ottiene con distiction il Master of Laws (LLM) in International Law Crime, Justice and Human Rights presso la University of Birmingham (Regno Unito), con una tesi intitolata “Can diplomatic assurances, in their practical application, provide effective protection against the risk of torture and ill-treatment? A focus on the evolution of the pragmatic approach of the European Court of Human Rights in removal cases of suspected terrorists” (Supervisor: Dr. A. Hunt).

Dal novembre 2016 svolge il Dottorato di Ricerca in Scienze Giuridiche presso il Dipartimento di Diritto Penale dell’Università degli Studi di Parma in co-tutela con l’Université Paris Nanterre, sotto la supervisione rispettivamente del Prof. A. Cadoppi e della Prof.ssa R. Parizot. Durante il percorso di dottorato, è stata visiting researcher presso la University of the Pacific, McGeorge School of Law in California e ha ricoperto il ruolo di tirocinante presso la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, che ha sede a Strasburgo, sotto la supervisione del giudice K. Wojtyczek.