Ultimi Materiali

Le Sezioni Unite sulla violazione delle prescrizioni ‘di vivere onestamente’ e ‘di rispettare le leggi’ imposte con la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza

Le Sezioni Unite sulla violazione delle prescrizioni ‘di vivere onestamente’ e ‘di rispettare le leggi’ imposte con la misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 28 aprile 2017

Pubblichiamo l’informazione provvisoria diffusa quest’oggi, con la quale è stata resa nota la decisione delle Sezioni Unite (udienza del 27 aprile 2017) in tema di rilevanza penale ex art. 75, comma 2, D. Lgs. n. 159/2011 della condotta di chi violi le prescrizioni “di vivere onestamente” e “di rispettare le leggi” imposte con la misura […]

Continue Reading

Ancora manipolazioni della disciplina penale: la “Riforma Orlando” (Bari, 4 maggio 2017)

Ancora manipolazioni della disciplina penale: la “Riforma Orlando” (Bari, 4 maggio 2017)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 27 aprile 2017

Si terrà a Bari il 4 maggio 2017, dalle ore 15:00, presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi “Aldo Moro” il convegno dal titolo Ancora manipolazioni della disciplina penale: la “Riforma Orlando”. Dopo i saluti di Antonio Felice Uricchio (Università di Bari “Aldo Moro”), Roberto Voza (Direttore Dipartimento di Giurisprudenza – Bari), Giovanni Stefanì (Ordine Avvocati […]

Continue Reading

Legge Gelli: una prima questione di diritto intertemporale

Legge Gelli: una prima questione di diritto intertemporale

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 27 aprile 2017

Cassazione Penale, Sez. IV, notizia di decisione n. 3/17 Presidente Blaiotta, Relatore Montagni In tema di responsabilità medica, si segnala la notizia di decisione n. 3/2017 con cui è stata esaminata la seguente questione di diritto intertemporale relativa alla recentissima Legge Gelli: La legge n. 24 del 2017 ha introdotto, all’art. 5, un nuovo statuto disciplinare […]

Continue Reading

CEDU Berlusconi c. Italia. Il ricorso affidato alla Grande Camera

CEDU Berlusconi c. Italia. Il ricorso affidato alla Grande Camera

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 26 aprile 2017

La Corte EDU, tramite un comunicato stampa pubblicato oggi stesso e più sotto allegato, ha reso noto di aver assegnato il caso Berlusconi c. Italia alla giurisdizione della Grande Camera, ai sensi dell’art. 30 della Convenzione EDU. Il caso, inizialmente affidato alla Prima Sezione della Corte, vede la propria origine dal ricorso presentato da Silvio […]

Continue Reading

Sospensione delle pene sino a 4 anni di reclusione e affidamento “allargato”: il Tribunale di Milano adotta l’interpretazione costituzionalmente orientata

Sospensione delle pene sino a 4 anni di reclusione e affidamento “allargato”: il Tribunale di Milano adotta l’interpretazione costituzionalmente orientata

Articolo scritto da Valentina Alberta il 25 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Tribunale di Milano, Sez. XI, ordinanza 21 marzo 2017 (ud. 16 marzo 2017) Giudice Dott.ssa Maria Idria Gurgo di Castelmenardo La pronuncia in commento, intervenuta a seguito di incidente di esecuzione avverso un ordine di esecuzione di una pena di anni 3 e mesi di 9 di reclusione, è […]

Continue Reading

“Sussulti” giurisprudenziali in tema di costituzione di parte civile nel processo de societate: il caso Ilva riscopre un leitmotiv del processo 231

“Sussulti” giurisprudenziali in tema di costituzione di parte civile nel processo de societate: il caso Ilva riscopre un leitmotiv del processo 231

Articolo scritto da Matteo Riccardi il 25 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Corte di Assise di Taranto, ordinanza 4 ottobre 2016 Presidente Pietrangelo La tematica concernente l’ammissibilità della costituzione di parte civile nel processo per l’accertamento della responsabilità da reato (rectius, da illecito amministrativo dipendente da reato) dell’ente, così come concepito dal d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, ha […]

Continue Reading

L’arcipelago delle confische (Palermo, 5 maggio 2017)

L’arcipelago delle confische (Palermo, 5 maggio 2017)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 25 aprile 2017

Si terrà il giorno 5 maggio 2017, dalle ore 9:00 alle ore 19:00 presso l’Aula Magna della Corte di Appello di Palermo, il convegno dal titolo L’arcipelago delle confische. Ciò che è vivo e ciò che è morto delle misure di prevenzione dopo la Grande Chambre De Tommaso c. Italia. Il convegno, organizzato dalla Camera Penale […]

Continue Reading

Confisca di prevenzione, terzi di buona fede e domanda di ammissione del credito ex legge n. 228 del 2012 (c.d. Legge di Stabilità 2013): le problematiche aperte, e qualche risposta

Confisca di prevenzione, terzi di buona fede e domanda di ammissione del credito ex legge n. 228 del 2012 (c.d. Legge di Stabilità 2013): le problematiche aperte, e qualche risposta

Articolo scritto da Riccardo Lugaro il 20 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X a cura di Riccardo Lugaro e Riccardo Lucev Cassazione Penale, Sez. I,  17 maggio 2016 (ud. 12 febbraio 2016), n. 20479 Presidente Di Tomassi, Relatore Sandrini Traendo spunto dalla sentenza Cass. Pen., Sez. I, n. 20479 del 2016, che ha assunto alcune dure posizioni sulla tutela dei terzi […]

Continue Reading

Problemi attuali del diritto penale dell’economia (Roma, 5 maggio 2017)

Problemi attuali del diritto penale dell’economia (Roma, 5 maggio 2017)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 20 aprile 2017

Si informano i lettori che il 5 maggio 2017 (ore 15:00-18:00), presso la Sala del Consiglio (primo piano) del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi “Roma Tre”, si terrà il Convegno di Studi dal titolo “Problemi attuali del diritto penale dell’economia”. Al Convegno, presieduto e introdotto dal Prof. Avv. Mario Trapani (Ordinario di Diritto penale, […]

Continue Reading

Art. 66 Cost: una riforma necessaria? – Appunti sul caso Minzolini

Art. 66 Cost: una riforma necessaria? – Appunti sul caso Minzolini

Articolo scritto da Giacomo Galazzo il 20 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Il recente dibattito parlamentare sull’applicazione al Senatore Minzolini delle disposizioni poste dalla disciplina nota come “Legge Severino” ha riaperto con forza la discussione nel Paese sul dettato dell’art. 66 Cost. Il voto con il quale il Senato ha respinto la proposta della Giunta delle elezioni di […]

Continue Reading

Messa alla prova: le Sezioni Unite decretano l’irrilevanza delle circostanze aggravanti ai fini dell’individuazione della pena edittale

Messa alla prova: le Sezioni Unite decretano l’irrilevanza delle circostanze aggravanti ai fini dell’individuazione della pena edittale

Articolo scritto da Emanuele Sylos Labini il 18 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Cassazione Penale, Sezioni Unite, 1 settembre 2016 (ud. 31 marzo 2016), n. 32672 Presidente Canzio, Relatore Fidelbo È ormai noto che con la l. 28 aprile 2014, n. 67, rubricata “Deleghe al Governo in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio. […]

Continue Reading

Il caso Montefibre bis. Il ruolo dell’organo giudicante nella valutazione del nesso eziologico nelle malattie da esposizione professionale

Il caso Montefibre bis. Il ruolo dell’organo giudicante nella valutazione del nesso eziologico nelle malattie da esposizione professionale

Articolo scritto da Mattia Miglio il 17 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Cassazione Penale, Sezione IV, 14 marzo 2017 (ud. 3 novembre 2016), n. 12175 Presidente Blaiotta, Relatore Dovere La sentenza che qui si allega offre interessanti spunti di riflessione sulla controversa tematica del nesso causale sulle malattie professionali da amianto. In particolare, meritano grande attenzione i passaggi argomentativi con […]

Continue Reading

Assoluzione all’esito di abbreviato non condizionato: il giudice non può riformare la sentenza senza l’assunzione diretta dei soggetti che abbiano reso dichiarazioni

Assoluzione all’esito di abbreviato non condizionato: il giudice non può riformare la sentenza senza l’assunzione diretta dei soggetti che abbiano reso dichiarazioni

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 14 aprile 2017

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 14 aprile 2017 (ud. 19 gennaio 2017), n. 18260 Presidente Canzio, Relatore Piccialli Come avevamo anticipato, con ordinanza n. 47015 del 2016 era stata rimessa alle Sezioni Unite la seguente questione: «Se, nel caso di impugnazione del pubblico ministero contro una pronuncia di assoluzione emessa nell’ambito di un giudizio abbreviato non condizionato, […]

Continue Reading

Il delitto di istigazione o aiuto al suicidio nell’ordinamento italiano e sovranazionale

Articolo scritto da Alessandro Continiello il 14 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X A cura di Alessandro Continiello e Giulio Poggiali Scopo del contributo è analizzare il delitto previsto e punito dall’art. 580 c.p. (Istigazione o aiuto al suicidio), attraverso una breve rassegna delle pronunce giurisprudenziali nazionali e sovranazionali (CEDU), con un prodromico excursus storico della fattispecie in esame. […]

Continue Reading

La responsabilità dell’ente per il delitto di false comunicazioni sociali: le modifiche apportate dalla Legge 27 maggio 2015 n. 69 (Tesi di laurea)

Articolo scritto da Fausta D'Amicis il 14 aprile 2017

Prof. relatore: Elisa Scaroina Prof. correlatore: Maria Lucia Di Bitonto Ateneo: Università Luiss di Roma Anno accademico: 2015-2016 Il presente elaborato si propone di fornire un’attenta disamina delle modifiche apportate dalla Legge 27 maggio 2015 n. 69 alla disciplina dei delitti di false comunicazioni sociali, con particolare riferimento alla responsabilità dell’ente dipendente dai suddetti reati e […]

Continue Reading

Penelope disfa la tela: ma è, davvero, il caso di farne una tragedia? I fattori qualificanti i trattamenti inumani e degradanti nel sovraffollamento carcerario (ri)visti con approccio cumulativo da Strasburgo e le, evitabili, ricadute interne.

Penelope disfa la tela: ma è, davvero, il caso di farne una tragedia? I fattori qualificanti i trattamenti inumani e degradanti nel sovraffollamento carcerario (ri)visti con approccio cumulativo da Strasburgo e le, evitabili, ricadute interne.

Articolo scritto da Federico Cappelletti il 13 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Grande Camera, 20 ottobre 2016 Muršić c. Croazia, n. 7334/13 La Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, decidendo nel caso Muršić c. Croazia, ha ritenuto che le condizioni di sovraffollamento carcerario determinanti la violazione dell’art. 3 CEDU, nella sua […]

Continue Reading

Encarcelamiento masivo y criminalización de la pobreza en Chile. Propuestas para una nueva Constitución.

Articolo scritto da Silvio Cuneo il 12 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Introduzione a cura di Alessandra Macillo La carcerazione di massa è un fenomeno che caratterizza tristemente le società occidentali contemporanee, nonostante ad esso non corrispondano effettivi aumenti negli indici di delinquenza. Sembra così che il punitivismo penale, all’origine della carcerazione massiva, sia piuttosto il precipitato di […]

Continue Reading

Il “diritto penale dell’amianto”: 25 anni di processi per patologie asbesto correlate (Milano, 3 maggio 2017)

Il “diritto penale dell’amianto”: 25 anni di processi per patologie asbesto correlate (Milano, 3 maggio 2017)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 12 aprile 2017

Il prossimo 3 maggio a Milano, presso il Salone Valente in via Freguglia n.14 (dalle 9 alle 17), si terrà il prestigioso Convegno dal titolo «IL “DIRITTO PENALE DELL’AMIANTO” 25 anni di processi per patologie asbesto correlate», organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Milano, assieme a Giurisprudenza Penale e SISMLA. Dopo i saluti introduttivi di un […]

Continue Reading

Una nota sull’aggravante della cd. violenza assistita: è sufficiente che il minore percepisca il fatto di reato

Una nota sull’aggravante della cd. violenza assistita: è sufficiente che il minore percepisca il fatto di reato

Articolo scritto da Mariangela Telesca il 12 aprile 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 4 – ISSN 2499-846X Cassazione Penale, Sez. I, 14 marzo 2017 (ud. 2 marzo 2017), n. 12328 Presidente Di Tommasi, Relatore Aprile L’Autrice commenta la pronuncia  n. 12328 della Prima Sezione della Corte di Cassazione relativa all’ambito di applicabilità della circostanza aggravante di cui all’art. 61 n. 11 quinquies c.p. (l’avere, nei delitti […]

Continue Reading

Detenzione domiciliare speciale (art. 47 quinquies o.p.) e madri condannate per i delitti di cui all’art. 4-bis: dichiarata l’illegittimità parziale della norma

Detenzione domiciliare speciale (art. 47 quinquies o.p.) e madri condannate per i delitti di cui all’art. 4-bis: dichiarata l’illegittimità parziale della norma

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 12 aprile 2017

Corte Costituzionale, sentenza numero 76, deposito 12 aprile 2017 Presidente Grossi, Redattore Zanon Segnaliamo la pronuncia numero 76 del 2017 della Corte Costituzionale con cui è stata dichiarata l’illegittimità parziale dell’art. 47 quinquies c. 1-bis (Detenzione domiciliare speciale) della Legge 26/07/1975, n. 354 (ordinamento penitenziario). Il Tribunale di sorveglianza di Bari aveva dubitato della legittimità costituzionale […]

Continue Reading

Ulteriori sviluppi nazionali a seguito della pronuncia CEDU De Tommaso c. Italia. Spicca una (nuova) questione di legittimità costituzionale

Ulteriori sviluppi nazionali a seguito della pronuncia CEDU De Tommaso c. Italia. Spicca una (nuova) questione di legittimità costituzionale

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 12 aprile 2017

Nelle scorse settimane avevamo informato il lettore del deposito da parte della Corte di Strasburgo della sentenza De Tommaso c. Italia, che aveva dichiarato contrari alla Convenzione EDU (e segnatamente all’art. 2 Prot. 4 alla Convenzione – diritto alla libertà di movimento) gli artt. 1, 3 e 5, legge n. 1423/156 (oggi trasposti negli artt. […]

Continue Reading