41-bis O.P. e impossibilità di scambiare oggetti per i detenuti in regime differenziato appartenenti al medesimo gruppo di socialità: la Cassazione solleva questione di legittimità costituzionale

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 24 Ottobre 2019

Cassazione Penale, Sez. I, 23 ottobre 2019 (ud. 29 maggio 2019), nn. 43436/43437
Presidente Iasillo, Relatore Renoldi

Segnaliamo ai lettori che la prima sezione penale della Corte di Cassazione, con le due ordinanze allegate, ha sollevato questione di legittimità costituzionale dell’articolo 41-bis comma 2-quater, lettera f) O.P. (Norme sull’ordinamento penitenziario e sulla esecuzione delle misure privative e limitative della libertà) – con riferimento agli articoli 3 e 27 della Costituzione – nella parte in cui prevede che siano adottate tutte le necessarie misure di sicurezza volte a garantire che sia assicurata la assoluta impossibilità di scambiare oggetti per i detenuti in regime differenziato appartenenti al medesimo gruppo di socialità.

Categorie: ARTICOLI, Diritto Penitenziario