Maltrattamenti in famiglia e cd. “violenza assistita”: applicabile la sospensione della responsabilità genitoriale anche nel caso di condotte rivolte verso l’altro genitore e, solo indirettamente, contro i figli minori

Cassazione Penale, Sez. V, 3 dicembre 2020 (ud. 12 ottobre 2020), n. 34504
Presidente Palla, Relatore Brancaccio

In tema di maltrattamenti in famiglia, segnaliamo la pronuncia con cui la quinta sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato che è applicabile la pena accessoria della sospensione della responsabilità genitoriale, prevista dall’art. 34 c.2 c.p., anche quando le condotte di reato, colpendo l’altro genitore, siano indirettamente rivolte contro i figli minori, costringendoli ad assistere, secondo i parametri normativi di cui all’art. 61, comma primo, n. 11-quinquies c.p., ad atti di violenza e sopraffazione destinati ad avere inevitabili conseguenze sulla loro crescita ed evoluzione psico-fisica.

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com