Tutele parallele e multilivello nel contrasto alla criminalità organizzata

Articolo scritto da Giuseppe Nuara il 6 Settembre 2018

in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 9 – ISSN 2499-846X

Nell’attuale sistema ordinamentale il contrasto al fenomeno criminale delle organizzazioni delinquenziali di tipo mafioso è assicurato attraverso un sistema plurimo di tutele innervate su binari paralleli, indirizzati verso obiettivi comuni, affidato il primo a strumenti di prevenzione ed ispirato il secondo ad una logica di repressione.

L’esistenza congiunta di tale sistema differenziato comporta in sé l’interrogativo se il regime di garanzie  che assiste il sistema repressivo debba o possa, ed entro che limiti, esteso anche al sistema preventivo. Allo stato del dibattito culturale attuale in tema di misure di prevenzione, non può ritenersi comunque che il regime di garanzie che assiste il sistema della repressione penale debba essere esteso ed applicato nella sua totalità al sistema della prevenzione.

La Consulta risulta avere dato da tempo una risposta affermativa, con specifico riferimento alle misure di prevenzione, limitatamente alla riconduzione delle stesse al principio di legalità, ricordandone l’assoggettamento, in particolare di quelle personali, al principio di legalità, con riferimento all’art. 13 o all’art. 25 comma III della Costituzione.

Più controversa appare invece la risposta ad un ulteriore interrogativo concernente la possibilità di ritenere in tutto equiparata la misura di prevenzione ad una sanzione penale. Da un lato appare incontestabile che  i procedimenti volti alla comminazione di sanzioni, penali o amministrative che siano, devono essere “avvolti” dalle garanzie del principio di legalità, del giusto procedimento e di tassatività della pena. Dall’altro lato appare, tuttavia,  non unanimemente condivisa l’idea che  ogni misura che comporti un’ablazione di diritti (pur fondamentali) e/o un effetto afflittivo debba essere considerata alla stregua di una “sanzione penale” (o ad essa equiparabile quanto a funzione e struttura).

Come citare il contributo in una bibliografia:
G. Nuara, Tutele parallele e multilivello nel contrasto alla criminalità organizzata, in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 9

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PENALE