La riforma dell’Ordinamento Penitenziario: soluzioni timide per problemi gravi

Articolo scritto da Giorgia Paccagnella Casari il 9 Marzo 2019

in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3 – ISSN 2499-846X

Il 2 ottobre 2018 sono stati emanati i Decreti Legislativi di riforma dell’Ordinamento penitenziario, in attuazione della Legge n. 103/2017.

Dopo aver ripercorso il travagliato iter di approvazione dei Decreti, l’Autrice pone in evidenza alcune questioni fondamentali: innanzitutto, la rinnovata attenzione del Legislatore per il principio di rieducazione della pena, come si evince dalla nuova versione dell’articolo 1 ord. pen.; in secondo luogo, la mancata approvazione di novità più coraggiose in ambito di tutela della salute mentale, omogeneizzazione dell’offerta trattamentale e giustizia riparativa.

Il contributo fornisce, anche con l’ausilio dei dati statistici, un confronto critico tra il diritto vigente e la realtà dell’esecuzione penale italiana, al fine di mantenere viva l’attenzione sulle molte problematiche che rimangono da affrontare.

Come citare il contributo in una bibliografia:
G. Paccagnella Casari, La riforma dell’Ordinamento Penitenziario: soluzioni timide per problemi gravi, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Diritto Penitenziario