Non punibilità per particolare tenuità del fatto nei confronti dell’autore del reato presupposto e responsabilità amministrativa della persona giuridica: quali i parametri da tenere in considerazione?

Articolo scritto da Ciro Santoriello il 23 Marzo 2019

in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. III, 15 marzo 2019 (ud. 23 gennaio 2019), n. 11518
Presidente Sarno, Relatore Ramacci

In presenza di una sentenza di applicazione della particolare tenuità del fatto, nei confronti della persona fisica responsabile della commissione del reato, il giudice deve procedere all’accertamento autonomo della responsabilità amministrativa della persona giuridica nel cui interesse e nel cui vantaggio il reato fu commesso.

Tale accertamento di responsabilità non può prescindere da una opportuna verifica della sussistenza in concreto del fatto reato, in quanto l’applicazione dell’art. 131 bis cod. pen. non esclude la responsabilità dell’ente, in via astratta, ma la stessa deve essere accertata effettivamente in concreto non potendosi utilizzare, allo scopo, automaticamente la decisione di applicazione della particolare tenuità del fatto, emessa nei confronti della persona fisica.

Come citare il contributo in una bibliografia:
C. Santoriello, Non punibilità per particolare tenuità del fatto nei confronti dell’autore del reato presupposto e responsabilità amministrativa della persona giuridica: quali i parametri da tenere in considerazione?, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3

Parole chiave: , ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PENALE