Affiliazione, con modalità rituali, ad un’associazione mafiosa cd. storica e partecipazione alla associazione stessa: depositata la sentenza delle Sezioni Unite (36958/2021)

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 11 ottobre 2021 (ud. n. 36958
Presidente Cassano, Relatore Pellegrino

Come avevamo anticipato, con ordinanza n. 5071/2021 era stata rimessa alle Sezioni unite la seguente questione di diritto: «se la mera affiliazione da una associazione a delinquere di stampo mafioso cd. storica, nella specie ‘Ndrangheta’, effettuata secondo il rituale previsto dalla associazione stessa, costituisca fatto idoneo a fondare un giudizio di responsabilità in ordine alla condotta di partecipazione, tenuto conto della formulazione dell’art. 416-bis c.p. e della struttura del reato dalla norma previsto».

Con la sentenza n. 36958, depositata in data 11 ottobre 2021, è stato affermato il seguente principio di diritto: «la condotta di partecipazione ad associazione di tipo mafioso si sostanzia nello stabile inserimento dell’agente nella struttura organizzativa dell’associazione; tale inserimento deve dimostrarsi idoneo, per le caratteristiche assunte nel caso concreto, a dare luogo alla “messa a disposizione” del sodalizio stesso, per il perseguimento dei comuni fini criminosi».

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com