Verso il processo penale “convenzionale”. La riqualificazione giuridica del fatto. Sulla scia del “caso Drassich”.

Articolo scritto da Francesco Maisano il 30 Ottobre 2013

Pubblichiamo, ringraziando l’Autore per la segnalazione, la relazione dell’Avv. Francesco Maisano al Convegno “Il giusto processo di secondo grado” tenutosi a Bologna il 25 ottobre 2013 presso la Facoltà di Giurisprudenza in merito alle “ricadute” nella giurisprudenza nazionale dei principi convenzionali in materia di “processo equo” (Caso Drassich c. Italia).

Hanno partecipato altresì i magistrati della Corte d’Appello di Bologna dott. Luca Ghedini e dott. Pietro Messini D’Agosini, il sost. proc. gen. dott. Umberto Palma e il Prof. Daniele Negri,associato di Procedura Penale presso l’Università di Ferrara.

Sono stati analizzati i recenti arresti giurisprudenziali in materia di “riqualificazione dell’imputazione” (art. 521 C.p.p.) e prospettive di riordino legislativo della materia.

Per accedere alla locandina del convegno clicca qui

  • [wpdm_package id=53]

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DA STRASBURGO