Approvate dalla Camera le norme sulla inapplicabilità del giudizio abbreviato ai reati puniti con l’ergastolo

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 7 novembre 2018

Il 6 novembre 2018 la Camera, dopo aver respinto la questione pregiudiziale presentata, ha approvato la proposta di legge sull’inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell’ergastolo (Proposta di legge Molteni ed altri recante “Modifiche agli articoli 438 e 442 del codice di procedura penale. Inapplicabilità del giudizio abbreviato ai delitti puniti con la pena dell’ergastolo” 392).

Il testo attuale è frutto di due diverse proposte di legge (A.C. 392 Molteni presentata il 27 marzo 2018 e A.C. 460 Morani presentata il 3 aprile 2018) e punta a modificare la disciplina del rito abbreviato al fine di escluderne l’applicazione per i reati più gravi, per i quali è prevista la pena dell’ergastolo, conseguentemente non consentendo per tali reati la diminuzione di pena connessa al rito.

Il provvedimento passa all’esame dell’altro ramo del Parlamento.

Per consultare l’iter di approvazione del provvedimento e i testi disponibili, visita il sito della Camera.

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, IN PRIMO PIANO, NOVITA' LEGISLATIVE