La fine è ignota. Un commento alla sentenza n. 40/2019 della Corte Costituzionale.

Articolo scritto da Michele Passione il 13 Marzo 2019

in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3 – ISSN 2499-846X

Corte Costituzionale, 8 marzo 2019, sentenza n. 40
Presidente Lattanzi, Relatore Cartabia

L’Autore commenta la pronuncia n. 40 del 2019 della Corte Costituzionale con la quale è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 73, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309 (Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza), nella parte in cui in cui prevede la pena minima edittale della reclusione nella misura di otto anni anziché di sei anni.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M. Passione, La fine è ignota. Un commento alla sentenza n. 40/2019 della Corte Costituzionale, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 3

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DALLA CONSULTA, DIRITTO PENALE