Scelta irrazionale e dolo eventuale. Una applicazione “a singhiozzo” dei criteri Thyssen

Articolo scritto da Michele Spina il 13 Novembre 2019

in Giurisprudenza Penale, 2019, 11 – ISSN 2499-846X

Tribunale di Perugia, Sez. Penale, 23 gennaio 2019
Giudice dott. Loschi

La sentenza che si annota permette di sviluppare alcune riflessioni in merito al controverso tema del dolo eventuale. Non però riguardo alla fondazione dommatica della figura, di certo irriducibile all’interno di queste brevi note, ma rispetto alla sua incidenza in vicende come quella in commento in cui l’autore agisce mosso da pura irrazionalità, senza cioè commisurare interessi e svantaggi e persino senza un movente facilmente individuabile.

In tali frangenti, come si vedrà, i principi fissati dalle Sezioni Unite ThyssenKrupp sembrano non consentire un adeguato apprezzamento della componente volitiva del dolo. Con la necessità di definire un peculiare statuto per le ipotesi di tal fatta.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M. Spina, Scelta irrazionale e dolo eventuale. Una applicazione “a singhiozzo” dei criteri Thyssen, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 11

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PENALE