Le prescrizioni trattamentali e le fonti normative, dalla legge alla circolare amministrativa 2 ottobre 2017

Articolo scritto da Carlo Fiorio il 8 Gennaio 2020

in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 1-bis – ISSN 2499-846X

Escluso dal perimetro del recente intervento di riforma dell’ordinamento penitenziario, il 41-bis resta sottoposto alla costante regolamentazione da parte del potere esecutivo e costituisce un pericoloso crocevia tra amministrazione e giurisdizione.

Muovendo da questa prospettiva, l’Autore ragiona intorno alle direttrici lungo le quali si muove l’istituto. In particolare, esamina i presupposti applicativi del regime; si sofferma sulle singole prescrizioni trattamentali, con specifico riguardo alle disposizioni dettate dalla circolare ministeriale del 2 ottobre 2017, sottolineando i “danni collaterali” provocati dalla delegificazione; analizza le regole che governano il procedimento di applicazione e proroga del regime e il sistema dei controlli, evidenziandone le criticità.

Come citare il contributo in una bibliografia:
C. Fiorio, Le prescrizioni trattamentali e le fonti normative, dalla legge alla circolare amministrativa 2 ottobre 2017, in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 1-bis

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Diritto Penitenziario, IN PRIMO PIANO