Nella nozione di “pornografia minorile” (art. 600-ter c. 7 c.p.) rientrano non solo gli organi genitali ma anche gli organi sessuali “secondari”, quali il seno e i glutei

Cassazione Penale, Sez. III, 9 marzo 2020 (ud. 8 gennaio 2020), n. 9354
Presidente Sarno, Relatore Scarcella

In tema di pornografia minorile (art. 600-ter c.p.), segnaliamo la pronuncia con cui la terza sezione penale della Corte di cassazione ha affermato che la nozione di «qualunque rappresentazione degli organi sessuali di un minore di anni diciotto per scopi sessuali», di cui all’ultimo comma dell’art. 600-ter c.p., non è limitata ai soli organi genitali ma include anche gli organi sessuali secondari, quali il seno e i glutei.

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com