Sull’utilizzabilità ai fini penali dei dati contenuti nella Lista Dubai: il lascito giurisprudenziale della Lista Falciani e spunti di riflessione su prospettive inedite

in Giurisprudenza Penale Web, 2021, 11 – ISSN 2499-846X

Negli ultimi anni, il contrasto all’evasione fiscale ha trovato una nuova e potente arma nella circolazione transfrontaliera – mediante i canali di cooperazione internazionale e, in particolare, tramite le procedure di scambio previste dalla normativa eurounitaria – di elenchi di nominativi (le cc.dd. “liste”) di soggetti titolari di attività finanziarie depositate, al fine di beneficiare di regimi fiscali favorevoli e – auspicio poi tradito – della garanzia dell’anonimato, in Paesi stranieri.

Particolarmente nota – benché non inedita, trovando propri precursori nella Lista Vaduz, nella Lista Pessina e nella Lista San Marino – è stata, qualche anno fa, la vicenda legata alla c.d. Lista Falciani, dapprima sottratta alla banca HSBC da un proprio ex dipendente tramite una introduzione illecita nel sistema informativo dell’istituto bancario, e poi venduta allo Stato francese, il quale la condivise – ai sensi della Direttiva 77/799/CEE del 19 dicembre 1977 – con altri Paesi, Italia inclusa.

A tale vicenda seguirono il caso dei cc.dd. Panama Papers, nonché quello dei Paradise Papers.

Da ultimo, quest’estate si è appreso che la Germania ha acquistato da fonte anonima, al prezzo di circa 2 milioni di euro, un ulteriore elenco di nominativi, appartenenti a soggetti titolari di patrimoni depositati negli Emirati Arabi Uniti (da cui il nome di Lista Dubai). Il ministero delle finanze tedesco ha reso noto che tutte le informazioni acquisite verranno messe a disposizione anche degli Stati che ne faranno richiesta; richiesta che l’Italia – attraverso l’Agenzia delle Entrate – ha prontamente provveduto a far pervenire.

Come citare il contributo in una bibliografia:
D. Colombo, Sull’utilizzabilità ai fini penali dei dati contenuti nella Lista Dubai: il lascito giurisprudenziale della Lista Falciani e spunti di riflessione su prospettive inedite, in Giurisprudenza Penale Web, 2021, 11