Diffamazione a mezzo stampa e percezione della pubblicazione da parte del lettore “medio” e del lettore “frettoloso”

Cassazione Penale, Sez. V, 10 gennaio 2023 (ud. 13 ottobre 2022), n. 503
Presidente Scarlini, Relatore Belmonte

In tema di diffamazione a mezzo stampa, segnaliamo ai lettori la pronuncia con cui la Corte di cassazione ha ribadito il principio di diritto secondo cui “deve escludersi il carattere diffamatorio di una pubblicazione quando essa sia incapace di ledere o mettere in pericolo l’altrui reputazione per la percezione che ne possa avere il lettore medio, ossia colui che non si fermi alla mera lettura del titolo e ad uno sguardo alle foto (lettore cd. “frettoloso”), ma esamini, senza particolare sforzo o arguzia, il testo dell’articolo e tutti gli altri elementi che concorrono a delineare il contesto della pubblicazione, quali l’immagine, l’occhiello, il sottotitolo e la didascalia”.

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com