Ammissibilità dell’atto di appello e requisiti di specificità dei motivi: rimessa una questione alle Sezioni Unite

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 6 Agosto 2016

Segnaliamo il provvedimento con cui il Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio, ha deciso di rimettere alle Sezioni Unite un ricorso concernente la seguente questione di diritto: «Quali siano, ai fini dell’ammissibilità dell’atto di appello, i requisiti di specificità dei relativi motivi».

Nel documento si legge:

«Rilevato che il ricorso, proposto avverso un’ordinanza di inammissibilità di un atto di appello, può prestarsi alla assegnazione alle Sezioni Unite ai sensi dell’art. 610 comma 2 c.p.p stante l’esistenza di un contrasto giurisprudenziale in tema di specificità dei motivi di appello e di poteri di declaratoria di inammissibilità ex art. 591 c.2 c.p.p., si assegna il ricorso alle Sezioni Unite penali disponendo la trasmissione degli atti all’Ufficio del Massimario penale per la redazione della relazione illustrativa, fissando per la trattazione l’udienza del 29 ottobre 2016».

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Dalle Sezioni Unite, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Impugnazioni