Non viola il divieto di reformatio in peius la sentenza di appello che accolga la richiesta di una provvisionale proposta per la prima volta in quel giudizio

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 16 dicembre 2016

www.cortedicassazione.it

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 15 dicembre 2016 (ud. 27 ottobre 2016), n. 53153
Presidente Canzio, Relatore Montagni

Come avevamo anticipato, con ordinanza numero 29398 del 2016, era stata rimessa alle Sezioni Unite la seguente questione di diritto: se violi il divieto della reformatio in peius la sentenza di secondo grado che accolga la domanda di provvisionale proposta per la prima volta in grado di appello dalla parte civile non impugnante.

Ieri sono state depositate le motivazioni della sentenza con cui le Sezioni Unite hanno affermato che non viola il principio devolutivo né il divieto di reformatio in peius la sentenza di appello che accolga la richiesta di una provvisionale proposta per la prima volta in quel giudizio dalla parte civile non appellante.

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Dalle Sezioni Unite, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Impugnazioni