La sentenza delle Sezioni Unite sul rapporto tra malversazione a danno dello Stato (art. 316-bis c.p.) e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640-bis c.p.)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 2 Maggio 2017

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 28 aprile 2017 (ud. 23 febbraio 2017), n. 20664
Presidente Canzio, Relatore Petruzzellis

Depositate il 28 aprile 2017 le motivazioni delle Sezioni Unite sul rapporto tra il reato di malversazione a danno dello Stato (art. 316-bis cod. pen.) e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640-bis cod. pen.).

Come avevamo anticipato, con ordinanza n. 47174 del 2016 era stata infatti rimessa alle Sezioni Unite la seguente questione: «Se nel caso di di erogazioni da parte di ente pubblico di contributo o finanziamento, ottenuto fraudolentemente, il delitto di cui all’art. 640-bis c.p. concorra con quello di cui all’art. 316-bis c.p., ove il contributo finalizzato a favorire attività di interesse pubblico sia destinato almeno in parte ad altre finalità, ovvero assorba tale ultimo delitto, nel presupposto che esso realizzi uno stadio minore dell’offesa la medesimo bene protetto».

Con sentenza n. 20664 le Sezioni Unite hanno affermato il seguente principio: «Il reato di malversazione in danno dello Stato (art. 316-bis cod. pen.) concorre con quello di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche (art. 640-bis cod. pen.)».

Parole chiave: ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Dalle Sezioni Unite, DIRITTO PENALE, Parte speciale