La tutela del rapporto genitoriale tra i padri detenuti in custodia cautelare e i figli minori – profili di illegittimità costituzionale

Articolo scritto da Maria Teresa Zampogna il 24 Maggio 2017

in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 5 – ISSN 2499-846X

di Maria Teresa Zampogna e Lorenzo Nicolò Meazza

Il presente contributo intende analizzare una grave disparità di trattamento, ai danni dell’interesse del figlio minore, del padre detenuto rispetto alla madre. In virtù delle argomentazioni e dei riferimenti citati, gli autori intendono segnalare, sotto tali profili, una palese incostituzionalità dell’art.275, c.4 c.p.p., primo periodo, nella parte in cui esclude il padre da benefici che, in realtà, sono stati previsti a favore non tanto del genitore, quanto a tutela del figlio minore.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M.T. Zampogna – L.N. Meazza, La tutela del rapporto genitoriale tra i padri detenuti in custodia cautelare e i figli minori- profili di illegittimità costituzionale., in Giurisprudenza Penale Web, 2017, 5

Parole chiave: , , ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, Diritto Penitenziario, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Misure cautelari