Nuove contestazioni “fisiologiche”: dichiarata l’illegittimità costituzionale parziale dell’art. 516 c.p.p.

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 17 luglio 2017

Corte Costituzionale, sentenza n. 209 del 2017
Presidente Grossi, Redattore Lattanzi

In tema di cd. contestazioni fisiologiche del fatto diverso ex art. 516 c.p.p. (Modifica della imputazione), segnaliamo la pubblicazione della sentenza n. 209 della Corte Costituzionale con cui è stata dichiarata l’illegittimità costituzionale parziale dell’art. 516 c.p.p., per contrasto con gli artt. 24, secondo comma e 3 Cost.,  nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena a norma dell’art. 444 del codice di procedura penale, relativamente al fatto diverso emerso nel corso dell’istruzione dibattimentale, che forma oggetto della nuova contestazione.

Categorie: ARTICOLI, DALLA CONSULTA, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Indagini e processo