Presupposti dell’annullamento senza rinvio della Cassazione: tra finalità deflative e intromissioni di merito

Articolo scritto da Francesco Urbinati il 18 Marzo 2018

in Giurisprudenza Penale Web, 2018, 3 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sezioni Unite, Sentenza 24 gennaio 2018 (ud. 30 novembre 2017), n. 3464
Presidente Canzio, Relatore Zaza, Ricorrene Matrone

L’autore commenta la sentenza in epigrafe (già edita in questa Rivista), con la quale le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, in composizione di precedente contrasto giurisprudenziale, hanno enunciato il seguente principio di diritto: la corte di cassazione pronuncia sentenza di annullamento senza rinvio se ritiene superfluo il rinvio e se, anche all’esito di valutazioni discrezionali, può decidere la causa alla stregua degli elementi di fatto già accertati o sulla base delle statuizioni adottate dal giudice di merito, non risultando perciò necessari ulteriori accertamenti di fatto”.

Parole chiave: , ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE