Sull’interesse ad impugnare per ottenere esclusivamente l’esclusione di una circostanza aggravante, quando la stessa sia già stata ritenuta subvalente rispetto alle circostanze attenuanti concorrenti

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 17 novembre 2018

Cassazione Penale, Sez. V, 15 novembre 2018 (ud. 22 maggio 2018), n. 51709
Presidente Fumo, Relatore Scordamaglia

Con la sentenza allegata, la Corte di Cassazione torna a pronunciarsi sulla questione relativa all’interesse dell’imputato a proporre un’impugnazione volta esclusivamente ad ottenere l’esclusione di una circostanza aggravante, quando la stessa sia già stata ritenuta subvalente rispetto alle circostanze attenuanti concorrenti.

Si tratta di un tema – si legge in sentenza – su cui si registra un contrasto di orientamenti interpretativi all’interno della giurisprudenza:

  • secondo un primo, maggioritario, orientamento, si deve ritenere inammissibile per carenza di interesse l’impugnazione dell’imputato volta esclusivamente ad ottenere l’esclusione di una circostanza aggravante, quando la stessa sia già stata ritenuta subvalente rispetto alle circostanze attenuanti concorrenti e i fatti posti a suo fondamento non siano stati in alcun modo valutati dal giudice in un’ottica di maggiore gravità dell’addebito, dovendo escludersi qualsiasi possibilità di effetti pregiudizievoli per l’imputato;
  • secondo un orientamento minoritario, invece, può ritenersi sussistente un interesse dell’imputato a proporre appello al fine di ottenere l’esclusione di una circostanza aggravante anche quando con il provvedimento impugnato gli siano state concesse circostanze attenuanti con giudizio di prevalenza su tale aggravante, poiché costituisce suo diritto vedersi riconoscere colpevole di una condotta meno grave di quella contestatagli.

La Corte ha aderito al primo orientamento, ritenuto più convincente perché valorizza il profilo dell’attualità e della concretezza che, a mente dell’art. 568, comma 4, cod. proc. pen., deve caratterizzare l’interesse ad impugnare.

Categorie: ARTICOLI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, Impugnazioni