Trent’anni dall’entrata in vigore del codice di procedura penale. Lo stato della fase dibattimentale di primo grado dei Tribunali ordinari: analisi e proposte

Articolo scritto da Massimo Terzi il 20 Febbraio 2019

in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 2 – ISSN 2499-846X

Nella premessa del presente contributo si effettua una sintetica analisi statistica sulla situazione del settore dibattimentale dei Tribunali Ordinari del primo grado; settore che rappresenta in qualche modo il core bussiness dello sviluppo del processo penale. Analisi che, lungi dall’essere una rappresentazione burocratica o deprecabilmente efficientista della giustizia penale, da una parte rappresenta il punto di partenza per verificarne in concreto lo stato di salute, dall’altra il mezzo per verificare i possibili rimedi.

Invero la rappresentazione statistica numerica, come si cercherà di evidenziare, consente anche una verifica della correttezza dei meccanismi normativi e una riflessione, com’è ovvio che sia quando si parla di applicazione del diritto, del terreno culturale che di fatto ne genera l’applicazione materiale concreta.

Su queste premesse, la prima istintiva riflessione, ufficializzata dallo stesso Ministero di Giustizia sul sito internet, è la assoluta inadeguatezza dello sviluppo dei sistemi di rilevamento statistico nel settore penale sia da un punto vista tecnico che qualitativo. Inadeguatezza particolarmente grave in presenza di un nuovo processo organizzativo quale è, da un punto di vista strutturale aziendalistico, un nuovo codice di procedura il cui andamento avrebbe dovuto – quantomeno con l’avvento della informatica – essere monitorato costantemente al meglio onde prevenire in tempo utile la degenerazione.

Inadeguatezza che ci fa interrogare anche da un punto vista “storico” a fronte dello sviluppo informatico e di gestione del dato nel settore civile. Sul settore civile hanno molto premuto fattori di interesse economico che evidentemente si sono disinteressati del settore penale. La causa di tale disinteresse è ontologicamente diversa da una mera inefficienza ed incapacità amministrativa, e coincide anche con una assenza o incapacità politica in ordine alla quale si aprono interrogativi cui non è questa la sede per dare risposte. Interrogativo ancor più complesso laddove si ponga a mente che negli ultimi trent’anni si sono alternati esecutivi di ogni natura politica.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M. Terzi, Trent’anni dall’entrata in vigore del codice di procedura penale. Lo stato della fase dibattimentale di primo grado dei Tribunali ordinari: analisi e proposte, in Giurisprudenza Penale Web, 2019, 2

Parole chiave:

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, IN PRIMO PIANO