Legittimo impedimento: la Corte Costituzionale respinge il ricorso di Silvio Berlusconi contro il Tribunale di Milano

La Corte costituzionale, tramite una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale, comunica di aver respinto il ricorso per conflitto di attribuzione presentato dall’ex premier Silvio Berlusconi nei confronti del Tribunale di Milano, dove era allora in corso il procedimento cui il legittimo impedimento si riferiva.

La vicenda è nota: nel 2010 l’ex premier doveva partecipare ad un’udienza per il processo Mediaset ma non si era presentato per un Consiglio dei Ministri straordinario.

Nel dare ragione al Tribunale di Milano, la Corte Costituzionale ha osservato che “dopo che per più volte il Tribunale aveva rideterminato il calendario delle udienze a seguito di richieste di rinvio per legittimo impedimento, la riunione del Consiglio dei ministri, già prevista in una precedente data non coincidente con un giorno di udienza dibattimentale, è stata fissata dall’imputato Presidente del Consiglio in altra data coincidente con un giorno di udienza, senza fornire alcuna indicazione (diversamente da quanto fatto nello stesso processo in casi precedenti), né circa la necessaria concomitanza e la ‘non rinviabilità’ dell’impegno, né circa una data alternativa per definire un nuovo calendario”.

Per scaricare il testo del comunicato stampa della Corte Costituzionale clicca qui

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com