Decreto Legge sulla “Terra dei fuochi”: il parere della Cassazione

CassazioneSegnaliamo ai lettori che è stata pubblicata sul sito della Corte di Cassazione una relazione al recente decreto legge approvato per contrastare l’emergenza ambientale ormai nota come “terra dei fuochi” (Decreto-Legge 10 dicembre 2013, n.136, “Disposizioni urgenti dirette a fronteggiare emergenze ambientali e industriali ed a favorire lo sviluppo delle aree interessate”, pubblicato nella gazzetta ufficiale n. 289 del 10 dicembre 2013).

Il decreto legge in questione – approvato durante il consiglio dei ministri n. 39 del 3 dicembre 2013 – interviene a tutela dell’ambiente, della salute e della qualità delle coltivazioni: si prevedono il monitoraggio e la classificazioni dei suoli, l’accertamento dello stato d’inquinamento dei terreni, la riforma dei reati ambientali, l’accelerazione e la semplificazione degli interventi necessari, oltreché risorse per le bonifiche indispensabili per territori a forte condizionamento criminale quale è quello della “terra dei fuochi”.

Tra le principali novità introdotte dal decreto spicca senza dubbio l’introduzione del reato di combustione illecita di rifiuti attraverso una norma che – si legge nel comunicato – ha l’obiettivo di introdurre sanzioni penali per contrastare chi appicca i roghi tossici, oggi sanzionabili solo con contravvenzioni.

Clicca qui per accedere alla relazione dell’ufficio del Massimario della Corte di Cassazione (Redattore: Antonio Corbo)

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com