La Cassazione penale esamina le valute virtuali sotto il profilo del Testo Unico della Finanza – le precedenti qualificazioni e i richiami della Direttiva penale sulla lotta al riciclaggio mediante l’uso del penale (n. 2018/1673 UE)

in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 10 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. II, 25 settembre 2020 (ud. 17 settembre 2020), n. 26807 
Presidente Gallo, Relatore Coscioni

Rappresentazioni digitali di valore, mezzi di pagamento accettati in forma pattizia, divise estere, strumenti finanziari, beni immateriali. Le valute virtuali, ed i rischi di utilizzi illeciti che esse presentano, hanno sempre dato luogo a un ampio dibattito che vede protagonisti il legislatore antiriciclaggio, al pari dei Regulators sovranazionali e nazionali, insieme a sentenze di Corti europee o nazionali, che fanno registrare una, peraltro sinora scarsa, giurisprudenza di merito.

La Cassazione si è pronunciata per la prima volta su questo tema, con la recente sentenza n. 26807 emessa in un procedimento per riciclaggio ed ha considerato l’offerta della loro compravendita sui social come soggetta alle disposizioni del testo unico della Finanza, valutando che le stesse possano considerarsi come prodotti finanziari.

Sullo sfondo anche due importanti provvedimenti dell’Unione non ancora attuati: la Direttiva n. 2018/1673 sul contrasto al riciclaggio mediante l’uso del penale ed il recentissimo “pacchetto per la finanza digitale” varato dalla Commissione europea il 24 settembre scorso. L

’articolo si propone di fornire una chiave di lettura di questo ampio dibattito, dove la giurisprudenza cerca di ovviare alla mancanza di un organico inquadramento normativo, reso più complesso dal carattere fortemente  tecnicistico delle criptovalute.

Come citare il contributo in una bibliografia:
N. Mainieri, La Cassazione penale esamina le valute virtuali sotto il profilo del Testo Unico della Finanza – le precedenti qualificazioni e i richiami della Direttiva penale sulla lotta al riciclaggio mediante l’uso del penale (n. 2018/1673 UE), in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 10