Truffa online e responsabilità civile del marketplace

in Giurisprudenza Penale Web, 2022, 1 – ISSN 2499-846X

Tribunale di Trani, Ordinanza, 11 gennaio 2022
Giudice dott. Camporeale

Il Tribunale di Trani si è pronunciato in tema di truffa online, sull’astratta configurabilità della responsabilità civile dell’internet service provider (o ISP), in qualità di hosting provider attivo e per la violazione degli obblighi di protezione ed informazione da “contatto sociale qualificato” tra utente e ISP.

Secondo l’attuale disciplina e la consolidata giurisprudenza, quando sui marketplaces online gli utenti commettono alcuni illeciti, anche al provider può essere addebitata una responsabilità di tipo aquiliano se ha esercitato un ruolo “attivonell’intermediazione, riconoscibile attraverso i c.d. “indici di interferenza”.

Inoltre, è possibile configurare la responsabilità del provider, come “responsabilità da contatto sociale qualificato”, dalla quale discendono una serie di obblighi di protezione e di informazione e doveri di cooperazione fondati sull’obbligo di correttezza.

Come citare il contributo in una bibliografia:
G. Ruggiero, Truffa online e responsabilità civile del marketplace, in Giurisprudenza Penale Web, 2022, 1