Decreto di giudizio immediato e avviso di poter chiedere la sospensione del procedimento con messa alla prova: sollevata questione di legittimità costituzionale

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 21 agosto 2017

Tribunale di Pisa, Ordinanza, 3 marzo 2017
Giudice dott.ssa Mirani

Segnaliamo l’ordinanza con cui è stata sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 456 c. 2 c.p.p., in relazione agli articoli 3 e 24 della Costituzione, nella parte in cui non prevede che il decreto di giudizio immediato debba contenere l’avviso all’imputato che ha facoltà di chiedere la sospensione del procedimento per messa alla prova entro quindici giorni dalla notifica del predetto decreto a pena di  decadenza come previsto dall’art. 458 c.1 c.p.p.

Parole chiave: ,

Categorie: DIRITTO PROCESSUALE PENALE