Rapina indossando una mascherina (obbligatoria per l’emergenza da Covid-19) e configurabilità della aggravante del “travisamento del volto”

Cassazione Penale, Sez. II, 17 gennaio 2022 (ud. 3 novembre 2021), n. 1712
Presidente Messini D’Agostino, Relatore Tutinelli

In tema di rapina, segnaliamo la sentenza con cui la seconda sezione penale della Corte di Cassazione ha affermato il principio secondo cui la circostanza aggravante del “travisamento del volto” può dirsi integrata anche dalla condotta di chi abbia commesso il reato indossando una mascherina (e sebbene la stessa fosse obbligatoria alla luce della normativa per il contrasto alla pandemia da Covid-19).

Nel caso di specie – si legge nella sentenza – «il travisamento risulta essere stato materialmente collegato alla commissione del delitto e, comunque, idoneo a rendere difficoltoso il riconoscimento dell’autore del fatto», non essendo, dunque, possibile ritenere tale condotta alla stregua di mero adempimento del dovere.

Redazione Giurisprudenza Penale

Per qualsiasi informazione: redazione@giurisprudenzapenale.com