Sulla rilevanza delle circostanze c.d. indipendenti ai fini della determinazione del tempo necessario a prescrivere

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 12 Giugno 2017

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 9 giugno 2017 (ud. 27 aprile 2017), n. 28953
Presidente Canzio, Relatore Gallo

Si segnala la sentenza n. 28953 con cui le Sezioni Unite penali della Corte di Cassazione si sono pronunciate sulla seguente questione di diritto: «se ai fini della determinazione del tempo necessario a prescrivere, le circostanze c.d. indipendenti che comportano un aumento di pena non superiore ad un terzo rientrino nella categoria delle circostanze ad effetto speciale».

La Corte ha affermato che, ai fini della determinazione del tempo necessario a prescrivere, le circostanze c.d. indipendenti che comportano un aumento di pena non superiore ad un terzo (nella specie quella di cui all’art. 609-ter, primo comma, cod. pen.) non rientrano nella categoria delle circostanze ad effetto speciale.

Parole chiave: , , ,

Categorie: ARTICOLI, Dalle Sezioni Unite, DIRITTO PENALE