Il reato associativo mafioso e la continuazione con i reati scopo.

in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 5 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. I, 25 febbraio 2020 (ud. 14 gennaio 2020), n. 7452
Presidente Mazzei, Relatore Bianchi

La sentenza in commento, richiamando i principi in materia di continuazione e chiarendo la nozione di medesimo disegno criminoso in materia associativa, è intervenuta sulla vexata quaestio della relazione ex art. 81 c.p. tra reato associativo mafioso e reati scopo, adottando un’interpretazione rigorosa dei canoni di medesimo disegno criminoso e di indeterminatezza del programma criminoso.

Come citare il contributo in una bibliografia:
M. C. Canato, Il reato associativo mafioso e la continuazione con i reati scopo, in Giurisprudenza Penale Web, 2020, 5