La non punibilità per particolare tenuità del fatto (art. 131-bis c.p.) non è applicabile nei procedimenti relativi a reati di competenza del giudice di pace: la sentenza delle Sezioni Unite

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 28 novembre 2017

Cassazione Penale, Sezioni Unite, 28 novembre 2017 (ud. 22 giugno 2017), n. 53683
Presidente Canzio, Relatore Vessichelli

Come avevamo anticipato, con ordinanza n. 20245 la terza sezione penale della Corte di Cassazione aveva rimesso alle Sezioni Unite la seguente questione di diritto relativa all’istituto della non punibilità per particolare tenuità del fatto: «se l’art. 131-bis cod. pen. sia applicabile nei procedimenti che si svolgono davanti al giudice di pace».

Con sentenza depositata in data 28 novembre 2017, le Sezioni unite hanno affermato che la causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, prevista dall’art. 131-bis cod. pen., non è applicabile nei procedimenti relativi a reati di competenza del giudice di pace.

Parole chiave: , ,

Categorie: ARTICOLI, CONTRIBUTI, DIRITTO PROCESSUALE PENALE, IN PRIMO PIANO, Indagini e processo, Riti alternativi