Le Sezioni Unite sulla natura (soggettiva) dell’aggravante dell’agevolazione mafiosa (informazione provvisoria)

Articolo scritto da Redazione Giurisprudenza Penale il 27 Dicembre 2019

Cassazione Penale, Sezioni Unite, ud. 13 dicembre 2019, informazione provvisoria n. 28
Presidente Carcano, Relatore Petruzzellis 

Pubblichiamo l’informazione provvisoria delle Sezioni Unite con la quale si rende nota la soluzione del seguente quesito: «Se l’aggravante speciale già prevista dall’art. 7, d. lgs. 13 maggio 1991 n. 152, ed oggi inserita nell’art. 416 bis.1 c.p., che prevede l’aumento di pena quando la condotta tipica sia consumata ‘al fine di’ agevolare l’attività delle associazioni mafiose, abbia natura ‘oggettiva’ concernendo le modalità dell’azione, ovvero abbia natura ‘soggettiva’ concernendo la direzione della volontà».

Le Sezioni Unite hanno ritenuto che «l’aggravante agevolativa dell’attività mafiosa ha natura soggettiva e si applica al concorrente solo se da lui conosciuta».

Parole chiave: , , , ,

Categorie: Dalle Sezioni Unite, Delitti contro l’ordine pubblico, DIRITTO PENALE