Interesse e vantaggio dell’ente alla luce dei recenti approdi giurisprudenziali

in Giurisprudenza Penale Web, 2022, 7-8 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. III, 30 maggio 2022 (ud. 5 maggio 2022), n. 21034
Presidente Di Nicola, Relatore Liberati

Inserendosi nell’ampia discussione in ordine agli approdi del D.lgs. 231/2001 a vent’anni dalla sua promulgazione, il presente contributo si propone l’obiettivo di esaminare l’attuale accezione da attribuire ai concetti di ‘interesse’ e ‘vantaggio’ dell’ente, alla luce del recente arresto del S.C., Terza Sezione Penale, sentenza n. 21034/2022, interpretati ormai in senso estensivo sino a ricomprendere ‘potenziali utilità’ anche in termini di risparmio di costi derivanti da inadeguate scelte organizzativo-gestionali dell’ente.

La disamina dell’attuale contesto giurisprudenziale prende le mosse da alcuni rilevanti precedenti, di legittimità e di merito, in tema di interesse e vantaggio dell’ente, concentrandosi, da ultimo, in chiave critica, sulla loro declinazione con riferimento ai reati colposi di evento.

Come citare il contributo in una bibliografia:
S. Francazi, Interesse e vantaggio dell’ente alla luce dei recenti approdi giurisprudenziali, in Giurisprudenza Penale Web, 2022, 7-8