Valutazioni tecniche dell’Amministrazione penitenziaria e giurisdizione di sorveglianza: note a margine di un recente arresto della giurisprudenza di legittimità

in Giurisprudenza Penale Web, 2021, 10 – ISSN 2499-846X

Cassazione Penale, Sez. I, 12 maggio 2021 (ud. 23 aprile 2021), n. 18434 
Presidente Di Tomassi, Relatore Boni

L’Autore commenta la sentenza n. 18434 del 2021, della prima sezione penale della Corte di Cassazione, secondo cui, anche a seguito delle modifiche introdotte all’art. 41 bis ord. pen. dalla l. n. 94 del 2009, il controllo svolto dal Tribunale di sorveglianza sul decreto di proroga del regime di detenzione differenziato, diversamente dal sindacato conducibile nel giudizio di legittimità, non è limitato ai profili di violazione della legge per inosservanza o erronea applicazione, ma si estende alla motivazione ed alla sussistenza, sulla base delle circostanze di fatto indicate nel provvedimento, dei requisiti della capacità del soggetto di mantenere collegamenti con la criminalità organizzata, della sua pericolosità sociale e del collegamento funzionale tra le prescrizioni imposte e la tutela delle esigenze di ordine e di sicurezza.

Come citare il contributo in una bibliografia:
A. Perruccio, Valutazioni tecniche dell’Amministrazione penitenziaria e giurisdizione di sorveglianza: note a margine di un recente arresto della giurisprudenza di legittimità, in Giurisprudenza Penale Web, 2021, 10